• 05.06.2017

    Pronti per l’estate con la dieta giusta!

    Durante l’inverno si tende a mangiare di più e a ridurre il movimento e, di conseguenza, è molto facile trovarsi alle porte della bella stagione con qualche chilo di troppo. Un’alimentazione corretta, nella qualità e nella quantità, e un po’ di moto quotidiano possono costituire un valido aiuto per riprendere la forma fisica e permettere di rientrare nella propria taglia.

     

    Prepariamoci all’estate!

    Innanzitutto è bene prepararsi per tempo poichè le diete lampo e, soprattutto, quelle “fai da te” sono pericolose e decisamente da evitare. Infatti, una dieta troppo rigida che preveda una drastica diminuzione delle quantità di cibo e un’eccessiva restrizione calorica, porta ad una diminuzione del metabolismo basale (l’energia indispensabile per vivere, senza che vi sia attività fisica) e a una riduzione della massa magra. Inoltre, una dieta eccessivamente ristretta può modificare l’equilibrio ormonale con una diminuzione della funzionalità tiroidea e dell’ormone serotonina, che possono determinare un calo di umore (che, a sua volta, spesso porta ad un consumo eccessivo di dolci). Per evitare che si instauri questo circolo vizioso è sufficiente praticare regolarmente un po’ di attività fisica per fare alzare il fabbisogno calorico quotidiano ed il metabolismo basale.

    Estate e dieta 750x500

    È bene ricordare che una dieta corretta e nutrizionalmente equilibrata deve permettere all’organismo di ridurre il grasso in eccesso senza intaccare la massa magra e, quindi, la muscolatura.

    In pratica: cosa fare e cosa non fare

    • Evitare di saltare i pasti, suddividendoli invece adeguatamente durante la giornata per mantenere attivo il metabolismo e utilizzare il cibo senza sprecare energia o immagazzinare i grassi, distribuendo meglio il carico calorico giornaliero.
    • Cercare di consumare i pasti sempre alla stessa ora, per regolarizzare i meccanismi di fame e sazietà.
    • Non eliminare i cibi quali pasta, riso, pane, cereali e loro derivati in genere, patate: basta ridurre del 20% le porzioni e introdurli nella propria dieta anche in forma integrale.
    • Moderare l’uso dei grassi da condimento, dando la preferenza all’olio extra vergine d’oliva, all’olio di semi di mais o di vinacciolo o di girasole e usando il cucchiaio come unità di misura per dosarne le quantità, preferibilmente a crudo sugli alimenti.
    • Evitare il consumo di salumi e insaccati, ricchi di grassi.
    • Consumare pesce almeno 2 volte la settimana.
    • Aumentare del 50% il consumo delle verdure e consumarle quotidianamente: per il loro contenuto in fibre sono particolarmente sazianti; inoltre arricchiscono di gusto il menù, senza apportare grassi.
    • Non consumare più di 3 porzioni di frutta al giorno e scegliere frutta fresca di stagione alternandone il più possibile i colori, per garantire l’introduzione di importanti sostanze antiossidanti e di fibra.
    • Scegliere metodi di cottura che limitino l’impiego di grassi da condimenti, prediligendo quelli vegetali, in particolare olio di semi di girasole o di mais. Consigliate le cotture al forno, al cartoccio, alla griglia, al vapore, mediante bollitura o in padelle antiaderenti.
    • Masticare bene e a lungo, per gustarlo meglio e avere la sensazione di mangiare di più poichè il senso di sazietà viene percepito solo dopo 20-25 minuti dall’ingestione degli alimenti.
    • Bere molta acqua durante la giornata, per idratarsi adeguatamente ed eliminare le tossine.
    • Evitare il consumo di bevande alcoliche e di bevande ricche di zuccheri semplici come bibite e sciroppi.
    • Ridurre il più possibile l’utilizzo del sale da cucina.
    • Utilizzare erbe aromatiche e spezie, per insaporire i cibi ed arricchirli di sostanze antiossidanti.
    • Non eccedere con le porzioni di cibo.
    • Fare movimento ogni giorno, meglio se all’aria aperta, per accelerare il metabolismo e per bruciare i grassi in eccesso.

    Per saperne di più:

    www.sinu.it

    www.salute.gov.it