• 06.12.2017

    Dimagrire… saltando con la corda!

    Specialmente durante le feste natalizie, quando siamo più tentati a lasciarci andare a peccati di gola e il clima non invoglia a praticare attività fisica all’aperto, ci viene in aiuto un attrezzo che usavamo come gioco da bambini: la corda. Il salto con la corda rappresenta un ottimo esercizio per l’apparato cardiovascolare e respiratorio; permette di bruciare calorie essendo un allenamento aerobico, stimola la coordinazione e il senso del ritmo oltre a tonificare i muscoli.

    È fondamentale avere la corda della giusta lunghezza: stando in posizione eretta, salite sulla corda a circa metà della sua lunghezza, tenendo le estremità in mano: i manici devono arrivarvi al petto.

    Prima di iniziare a coordinare i movimenti tra arti superiori, che gestiscono la rotazione della fune e gli arti inferiori, che eseguono i salti, provate a eseguire qualche saltello a piedi pari senza corda; quindi, sempre senza impugnare l’attrezzo, simulate il movimento dei polsi, bloccando gli avambracci vicino al corpo. L’impulso alla corda, infatti, va dato solamente dai polsi, non da tutto il braccio. A questo punto, iniziate a eseguire qualche salto della corda a piedi pari, poi passate a saltelli a piedi alterni, all’indietro, solo con il piede destro e poi solo con il sinistro.

    dimagrire salto corda

    Questi sono alcuni esempi di come sia possibile saltare la corda, sia da fermi sia muovendosi. Facendo questo esercizio, è necessario accertarsi che la colonna vertebrale sia sempre dritta. Qualche minuto è sufficiente per riscaldarsi, quindi si può procedere con l’allenamento vero e proprio: alternate 30 secondi di salti a 30 di pausa, allungando i tempi fino a 1 minuto, per un totale di 15/20 minuti di lavoro.

    Ascoltate le sensazioni che arrivano dal vostro corpo, sia durante l’allenamento, sia nel periodo di riposo. Qualora soffriste di mal di schiena, evitate questo tipo di attività che sollecita continuamente i dischi intervertebrali, rischiando di peggiorare la situazione. Fate attenzione anche agli eventuali dolori delle articolazioni delle ginocchia.
    Terminate l’allenamento con qualche esercizio di defaticamento e di stretching.

    Per saperne di più: http://www.humanitasalute.it/…/62861-salto-della-corda-un-esercizio-utile-muscoli-ossa-fot…