• 06.10.2017

    Per una spesa davvero conveniente

    Una spesa davvero conveniente, quindi corretta e consapevole, è alla base di un’alimentazione sana ed equilibrata e può essere pianificata in modo “strategico” per renderla, perché no, anche più economica.

    Quali consigli generali?

    • Consumare prima ciò che si ha già in casa, controllando sempre la data di scadenza degli alimenti conservati nel frigorifero e in dispensa.
    • Preparare una lista della spesa ricordando l’importanza di una dieta varia, che garantisca l’apporto ottimale di nutrienti quali proteine, grassi, carboidrati, vitamine e sali minerali, distribuito adeguatamente in 3 pasti principali (colazione – pranzo – cena) ed eventualmente 1-2 spuntini leggeri.
    • Confrontare i prezzi dei prodotti simili e considerare il prezzo di vendita al chilogrammo o al litro o per unità.
    • Controllare sempre la data di scadenza.
    • Leggere sempre le etichette (in particolare l’elenco degli ingredienti ed il peso delle porzioni) e le tabelle/dichiarazioni nutrizionali che forniscono informazioni utili per la nostra salute.
    • Le persone allergiche non devono mai sottovalutare la dicitura “può contenere tracce di…”, poichè certe sostanze possono essere comunque sufficienti a scatenare una reazione allergica anche importante.
    • Acquistare prodotti in offerta solo se in quantità non eccedente rispetto ai propri consumi ed alle proprie necessità ed eventualmente, solo se possibile conservarli per qualche tempo ( ad esempio pasta, riso, legumi secchi o in scatola, tonno, passata di pomodoro, …).

    Spesa intelligente 750x500

    Cosa acquistare?

    • Per garantire un apporto adeguato di vitamine, sali minerali, fibra e sostanze antiossidanti, è bene acquistare frutta e verdure in abbondanza; le raccomandazioni relative al loro consumo quotidiano sono di 2 porzioni di verdure e 3 di frutta fresca di stagione, alternandone il più possibile i colori e scegliendo quelle provenienti da meno lontano.
    • Il giusto apporto di carboidrati, cioè della fonte energetica preferita dal nostro organismo, deve essere assicurato da cereali di vario tipo e dai loro derivati, anche in forma integrale: pasta, riso, orzo, farro, polenta, pane di grano duro, cereali in fiocchi, biscotti semplici, fette biscottate…
    • Per la preparazione di piatti proteici, è bene variare la scelta tra carni nei tagli più magri, pollame, pesce (preferibilmente pesce azzurro), uova (max. 2 uova/settimana); inoltre, non devono mancare i legumi, fonte di proteine di buona qualità, da consumare 2-3 o più volte durante la settimana, soprattutto se associati a cereali. Nell’acquistare i formaggi, è bene ricordare che essi possono costituire un secondo piatto, 1-2 volte/settimana. I salumi non dovrebbero comparire più di una volta nella dieta settimanale, per cui è necessario fare attenzione ed acquistarne quantità moderate, scegliendo preferibilmente prosciutto cotto, prosciutto crudo, speck, bresaola.
    • Nel fare la spesa è molto importante scegliere con attenzione i condimenti che serviranno per la preparazione dei pasti: erbe aromatiche, spezie, limoni, aceto di vino, aceto balsamico. Per quanto riguarda i grassi da condimento, si raccomanda di privilegiare l’acquisto di olio extra-vergine d’oliva o di olio di semi di mais, di girasole, di vinacciolo, che dovranno essere utilizzati in quantità moderate e, preferibilmente, a crudo sugli alimenti.
    • Chi ha poco tempo per preparare i pasti, può trovare un aiuto negli alimenti surgelati, come verdure e pesci, purchè non si tratti di alimenti precotti o impanati o di piatti pronti, particolarmente ricchi di grassi e di sale.
    • Scegliere attentamente gli alimenti destinati agli spuntini, ricordando che questi devono essere leggeri e salutari. La scelta può vertere su yogurt, frutta secca o essiccata, cioccolato fondente, qualche dolcetto semplice.

    Per saperne di più: www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_259_allegato.pdf