• 16.07.2018

    Perché mangiare biologico?

    Biologico: per definizione, quando si parla di “prodotti biologici” ci si riferisce a quei prodotti che non richiedono né l’uso di fertilizzanti artificiali né contengono residui di pesticidi chimici.

    La parola è sulla bocca di tutti, ma il significato (vero) è nella testa di pochi.
    Sappiamo che mangiare biologico è corretto, ma sappiamo veramente perché è meglio mangiare biologico? Abbiamo riassunto i motivi per i quali, secondo noi, il bio è una filosofia da adottare fin da oggi.

    Perché mangiare biologico?

    1. Per riscoprire il gusto vero
      Buona forchetta, gourmet, buongustaio: l’italiano è un consumatore particolarmente
      attento al gusto e, in quanto tale, dovrebbe sapere riconoscere quando è “artificiale”.
      Dalle proprietà organolettiche fino al sapore vero e proprio, il cibo biologico risulta una scelta migliore rispetto a quella dei suoi “cugini” industriali.
    2. Perché fa davvero meglio
      Proibito l’uso di fertilizzanti e antiparassitari chimici, lontani dalla logica OGM,
      naturali per vocazione: il cibo biologico ci riavvicina a una cultura del mangiare sana e
      capace di far stare bene il nostro corpo e la nostra mente.

    3. Per rispettare l’ambiente e gli animali
      Il non-biologico ha come modello produttivo la monocultura ad alto rendimento. Modificare il cibo significa modificare l’ambiente, mentre il biologico favorisce la biodiversità, fondamentale per la vita del nostro pianeta.
    4. Per favorire uno sviluppo sostenibile che tuteli i produttori
      Non solo sostiene la Terra, ma anche gli agricoltori e i produttori: una filiera corta e controllata permette controlli più accurati. Noi, ad esempio, ne facciamo in media 100 in più.
    5. Per fare una scelta
      Lo sfruttamento indiscriminato e intensivo sta minacciando l’equilibrio della natura e
      la salute dell’uomo. Mangiare biologico significa scegliere l’alternativa e ritornare a rispettare e seguire i ritmi della natura.